La realtà virtuale low cost di Google

La realtà virtuale è un settore che sta spingendo molte aziende a far investimenti in questo campo e con buona probabilità i visori di realtà virtuale saranno i dispositivi tecnologi nel prossimo futuro. Ma se qualcuno volesse provare l’ebbrezza di una esperienza con i visori VR, tali kit costano non poco, ma grazie a Google che da tempo lavora per su progetti di VR open source, uno di questi è ,  che permette di usare una mascherina di cartone per trasformare un qualsiasi smartphone, ovviamente Android,  in un visore VR con una modica cifre di circa 20 euro.

google-cardboard-2

Fin dall’inizio, lo scopo dell’azienda di Mounatin View è stato quello di sviluppare il progetto CardBoard sotto l’ombrello dell’open source e di creare un visore per la realtà virtuale low-cost, per stimolare l’interesse della community e invogliare gli sviluppatori a sperimentare le funzioni offerte da questo dispositivo (anche se è un pezzo di cartone!) senza spendere troppi soldi.

Infatti, per essere operativi con questo visore, oltre alla mascherina di cartone, eventuali lente, occorre scaricare il kit per gli sviluppatori attraverso cui testare le app VR nei Chrome Experiments.

Ovviamente il successo di progetto è stato immediato ed è stato adottato anche da marchi come la Mattel nelle varie fiere dei giocattoli,e sono arrivate centinaia di app su Google Play

Anche la mascerina in cartone si è evoluta, che nel frattempo è stata creata con altri materiali come la plastica e il metallo, in diversi colori, e perfino in legno!

L’impegno di Big G, non si è di certo fermato ed ha intenzione di far evolvere l’esperienza di realtà virtuale dei suoi utenti con un nuovo progetto questo volta nel campo dell’audio immersivo sviluppato in collaborazione dal team Thrive Audio del Trinity College di Dublino e con l’assorbimento dei ricercatori di Tilt Brush.